Urologia

Urologia

Medico Chirurgo Urologo


Giorni lavorativi: Martedi - Giovedi 15:00 -19:30


La visita Urologica

La visita urologica, spesso attesa dai pazienti con un certo grado di ansietà, rientra invece fra le visite mediche indolori e non invasive. Occorre che facciano una visita urologica tutti i soggetti che presentano disturbi urinari e della sfera genitale.
L’urologo, medico specialista deputato all’esame e alla cura delle patologie dell’apparato urinario, la effettua per poter escludere, diagnosticare o monitorare nel tempo eventuali disturbi urologici sia maschili sia femminili come, per esempio, infezioni genitali e urinarie, calcolosi riferite all’apparato urinario, incontinenza, disturbi che coinvolgono la funzionalità sessuale, neoplasie. Molti uomini, inoltre, si rivolgono all’urologo in caso di prostatite e di ingrossamento di questa ghiandola, disturbo assai diffuso a partire dai 50 anni di età.
La visita urologica inizia con un’accurata anamnesi del paziente comprendente un’indagine sulla sua storia clinica, sui suoi disturbi, sugli eventuali sintomi e sul suo stile di vita. Informazioni riguardanti l’alimentazione, l’attività fisica o, al contrario, l’abitudine alla sedentarietà, le patologie familiari e quelle a carico del paziente, il vizio del fumo o quello dell’alcool possono essere di grande aiuto all’urologo per diagnosticare eventuali patologie del sistema urinario.
L’urologo potrà anche determinare la presenza di prolassi uterini o della vescica che, in gran parte dei casi, sono spesso associati a problemi di incontinenza urinaria. Molto spesso la visita viene completata da un’ecografia del basso addome o da un’ecografia transvaginale. E’ quindi consigliabile presentarsi alla visita urologica con la vescica piena e con tutta l’eventuale documentazione medica relativa al disagio urologico.


Visita Urologica Maschile

Nel caso degli uomini verranno esaminati con attenzione i genitali esterni e la zona del basso addome. La valutazione della prostata viene invece effettuata attraverso una palpazione indolore del canale rettale. La visita può essere completata dalla prescrizione di un esame delle urine, di un’ecografia dell’apparato urinario o di una uroflussometria che saranno in grado di fornire ulteriori importanti informazioni sullo stato di salute del paziente.

 


Visita Urologica Femminile

La visita urologica, che viene invece condotta diversamente nel caso di pazienti di sesso femminile, si avvicina molto in questo caso alla visita ginecologica. La valutazione dell’apparato urinario, unitamente a un esame delle urine, porta lo specialista a diagnosticare o a escludere la presenza di eventuali infezioni che possono dare origine a dolorose cistiti.